La chiesa di San Leone I è una chiesa di Roma, nel quartiere Prenestino-Labicano, in via Prenestina. Wikipedia

La parrocchia è stata eretta il 7 ottobre 1952 con il decreto del Cardinale
Vicario Clemente Micara “Tricesimo iam vertente” ed affidata al clero diocesano di
Roma. Il territorio, desunto dalla parrocchia di S. Elena, è stato determinato entro
i seguenti confini: “Linea Ferroviaria Roma-Pescara, dal punto di incidenza della
Via Luigi Marisgli fino all’altezza di Via di Portonaccio – Via di Portonaccio dalla
linea ferroviaria Roma-Pescara a Largo Preneste – Via Prenestina da Largo Preneste
a Via Alberto da Giussano – detta Via – Via del Pigneto da Via Alberto da Giussano
alla Circonvallazione Casilina, nella parte oltre il Soprapassaggio ferroviario –
Circonvallazione Casilina da Via del Pigneto a Piazzale Prenestino – Lato destro
di detto Piazzale – Via Luigi Marsigli e sua prosecuzione ideale fino a raggiungere
la Linea Ferroviaria Roma-Pescara summenzionata”. Il riconoscimento agli effetti
civili è stato decretato il 27 marzo 1956. L’edificio è stato costruito a spese dell’Unione
Uomini di Azione Cattolica per commemorare il XXX anniversario della fondazione dell’Unione
e donato alla Pont. Opera per la Preservazione della Fede e la provvista di nuove
Chiese in Roma. Il progetto architettonico è di Giuseppe Zander.