Pre/Cog In The Bunker Live

Home /Eventi/Musica/Pre/Cog In The Bunker Live
SABATO 20/11 2021

Con un nome ispirato da un racconto di P.K.Dick, “The Minority Report”,
I Pre-cog in the Bunker sono un Duo punk-rock formato da:
Miriam Pre-Cog (batteria, voce).
Antonello Recanatini (chitarra, synth, voce)
La band giustappone i loro interessi nella fantascienza letteraria e cinematografica e nel
cyberpunk con influenze musicali che includono garage rock, punk, post-punk e blues
tradizionale americano.
Sonicamente, la band mescola i suoni proto e post-punk di band come i Velvet
Underground, Sonic Youth e The Jesus and Mary Chain con uno sporco garage-blues
accostabile ad altri duo chitarra-batteria come i Black Keys ed i White Stripes.
Il loro primo Album, Pre-Cog In The Bunker, e’ stato registrato nel 2014 ed e’ stato
recensito positivamente dalle riviste musicali, portando il Duo all’attenzione di Festivals
Music Clubs e Radio
Sin dalla prima loro autoproduzione si possono cogliere le svariate sfaccettature stilistiche
del Duo, che vanno dal punk al noise, dal blues al kraut-rock, fra questi mondi sonori
brillano squarci melodici che li possono far accostare ai songwriter piu’ influenti del
panorama musicale.
Il secondo album della band, Response to Reality, segna la maturita’ espressiva della
band. registrato nel 2016, edito in versione Tape dall’ etichetta indipendente Edwood
Records.
Nel 2019, la band ha iniziato una collaborazione con l’etichetta indipendente statunitense
Sister Raygun Records per pubblicare un EP in vinile da 7″ Precog’s Dream (SRR 002)
composto da 3 canzoni di Response to Reality insieme a una riedizione in cd e digitale
dell’album completo.
I brani delll’ album sono un mix depravato e irresistibile di blues sporco e bastardo, garage
vorticoso, surf ed elettronica. Come se dei Suicide, con venature pop, coverizzassero i
Man Or Astroman? in salsa western.
Nel 2019 e’ uscito il loro Vinile 7” PreCog’s Dream edito dall’ etichetta americana Sister
Raygun Records, con brani tratti dal loro secondo Album, e’ stato recensito in questo
modo dalla Dead Beat Records:
“Pre/Cog In The Bunker is guy, girl duo from Italy playing driving garage punk. It’s all
jagged guitar strumming and
pounding drums until “On the Run” that drifts into an exceptionally dreamy Velvet
Underground-sounding rave up that closes the B side. The vocals sound sinister
and agitated and work well with the screeching guitars and cavewoman drumming on this
savage 3 songer. Keep an eye on these guys” (Dead Beat Records)
Nel 2020 e’ uscito il loro Album What If?. Edito dalla Sister Raygun Records.
Accolto positivamente dalle riviste, dalle webzines, dalle radio europee ed americane.
“Continuano la loro esplorazione sonica dei temi sci-fi e post-punk infusi col garage blues.
Il nuovo album mostra un affinamento del loro suono (aggiungendo tastiere e violoncello al
mix) e una crescente abilità nella composizione dei brani.
“LAT Lovers” e “Farout” fondono chitarre ad alto volume con ganci melodici orecchiabili i
loro duetti ricordano una versione punk rock di Lee Hazelwood e Nancy Sinatra.
Canzoni come “Explorer Drone”, “Desire” e “Wormhole” esprimono grande energia
garage punk blues che è il nucleo del suono della band.
Il mix di 8 minuti “News / I Saw The Fear” combina un punk blues aggressivo con un’atmosfera scarna e
inquietante della ballata acustica che chiude l’album.
“Restare fuori dal giro aiuta a distinguersi. E’ il caso dei Pre-Cog In The Bunker che, dopo
anni di gavetta e produzioni di nicchia pubblicano questo Album, forti di una maturita’
acquisita sul campo. What if? E’ figlio di ascolti spalmati nel tempo, se devo trovare dei
riferimenti opto per i suoni americani piu’ aspri dei medi ’90…
Poi tanta acqua e’ passata sotto i ponti e i PCITB hanno assorbito le istanze succesive ma
la rabbia controllata, il suono asciutto e l’indifferenza verso i cliche’ dell’underground sono
gli stessi. (Luca Frazzi- Rumore).
Videoclips: Da “Pre-Cog In The Bunker” (2014)
Hanno diretto ed intrepretato
No Size Girl
Da “Response To Reality” (2016)
Hanno diretto ed interpretato
What Is Real.
Da “What if?” (2020)
Hanno diretto ed interpretato
Desire, Shapes of death
LAT Lovers diretto da J. Fiumara (Sister Raygun Records)
Links:
Bandcamp: https://precoginthebunker.bandcamp.com/
Youtube: http://www.youtube.com/c/PreCogInTheBunker
Facebook: https://it-it.facebook.com/precoginthebunker/
Instagram :https://www.instagram.com/precoginthebunker/
Mail: precoginthebunker@gmail.com

Sweet Bunch

beer&wine cocktail sala da tè

Via Casilina, 283a, 00176 Roma RM

Telefono

+39 06 94418151

Email

sweetbunchinfo@gmail.com

Eventi del mese al Pigneto

< Ottobre 2022 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
23

Facebook