Facebook Pixel
Home /Eventi/Libri, Teatro/Senza la tenerezza non è la mia insurrezione…

Senza la tenerezza non è la mia insurrezione…

Senza la tenerezza non è la mia insurrezione… DOMENICA 13/02 2022

Carmine Mangone: \”Senza la tenerezza non è la mia insurrezione, non è il mio erotismo\”.
Nel mondo moderno, le relazioni tra i viventi si sono infittite in maniera esponenziale, ma, al tempo stesso, sotto l’incalzare della tecnologia e di poteri sempre più pervasivi, si sono anche andate banalizzando, immiserendo, virtualizzando.
Malgrado gli odierni strumenti di comunicazione, o forse soprattutto a causa della loro incidenza, toccare gli altri, e restare toccanti, è diventato arduo, complicato. Sulla scena delle rappresentazioni sociali, costruire la fiducia e un territorio comune si rivela ormai una vera e propria impresa.
Domina la paura. Si afferma il nichilismo. Si generalizza un servilismo epocale nei confronti della facilità. Occorre quindi inventare nuove formule e nuove situazioni per tornare a vivere le superfici e le profondità degli altri. Occorre creare una concezione erotica del mondo per non svilire l’affetto. Bisogna avventurarsi in nuove forme di tenerezza verso i viventi. Occorre escogitare una comune insurrezione, anche contro le decrepite idee novecentesche di rivoluzione, per far nascere comunanze capaci di rendersi autonome dal potere e combattere le separazioni che quest’ultimo ci vende a ogni piè sospinto.
Carmine Mangone, attraverso una singolare lettura/conferenza/comizio, e con la complicità di \”Zazie nel metrò\”, intende creare una situazione passionale in cui tornare a toccarsi e a farsi bagnare dalle parole, dall’amicizia.
Se vorrete esserci, cercheremo, tutti e tutte insieme, di trasformare le nostre timide o narcisistiche individualità in un territorio comune, in un’ironica baldanza della gioia ancora possibile – almeno per qualche ora, almeno per una sera.
D’altronde, sta solo a noi ridare un senso a quei corpi che si vogliono ancora irriducibili al potere, alle merci, al controllo.
Biografia:
Carmine Mangone (Salerno, 1967) è agitatore poetico, aforista e critico delle avanguardie del Novecento. Punk anarchico, mai pentito né dissociato, vive solitario (ma non isolato) tra le colline del Cilento. È autore, tra gli altri, di “Punk Anarchia Rumore” (Crac ediz., 2016), “L’insurrezione che è qui” (Gwynplaine, 2017) e “Vieni: tumulto, carezza” (stella*nera/Ab imis, 2019). Nel 2021 ha curato una nuova versione in italiano di “Una stagione all’inferno” di Arthur Rimbaud (Eretica ediz.). Ha tradotto inoltre Péret, Vaneigem, Lautréamont, Blanchot, Char, Bataille, Artaud e molti altri. Dal 1998 tiene letture e azioni poetiche in tutta Italia, ritrovandosi spesso a spalleggiare autori di rilevanza internazionale come Lawrence Ferlinghetti, John Giorno, Jack Hirschman o Alejandro Jodorowsky. Nel 2015 è stato tradotto e pubblicato anche in Francia. http://carminemangone.com

Zazie nel metró

Zazie nel metró

baretto di quartiere

 Via Ettore Giovenale, 16, 00176 Roma RM
Telefono3387215188
Emailzazienelmetro06@gmail.com
Orari08:00 - 23:45

Eventi del mese al Pigneto

< Aprile 2024 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
Facebook

ALTRI EVENTI IN ARRIVO @ ZAZIE NEL METRó

Live
MAR 16/04 2024
Bevande

TI POSSONO INTERESSARE:

Bar
Covo
bistrot
Club
Ellington Club
permanent live dinner club
Club
Trenta formiche
associazione culturale arci
Club
Glitch
Soundclub
Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone