Facebook Pixel
Home /Eventi/Cause/Incontri/SAHEL, DA MARGINE A CENTRO

SAHEL, DA MARGINE A CENTRO

SAHEL, DA MARGINE A CENTRO da GIOVEDÌ 23/11 a GIOVEDÌ 14/12 2023

Tre serate dedicate al Sahel
Ci sono aree del Mondo grandi quasi come la “nostra Europa” di cui non si sa niente. Regioni, Stati, territori, sembrano apparire solo come linee tracciate da un righello sul planisfero…senza identità, senza storia o meglio senza racconto. Ignoranza o volontà?
Di queste zone del Mondo si parla in maniera occasionale, superficiale e sensazionalistica, e sempre e solo in caso di eventi che colpiscono l’attenzione dell’ occidente bianco. Colpi di stato, migranti che si riversano ai nostri confini, jiadismo ecc. Abbiamo un immaginario deformato dalla nostra lente eurocentrica che mette a fuoco solo i nostri interessi.
A partire da queste riflessioni abbiamo deciso di tracciare una rotta di avvicinamento alla regione del Sahel attraverso tre tappe; e come nella pianificazione di un viaggio provare ad approfondire la storia e il colonialismo, il contesto geopolitico attuale, il fenomeno delle migrazioni e il racconto che fanno o meno i media di tutte queste tematiche.
Cercando quindi di andare oltre una lettura superficiale, come quella dei media mainstream, approfondiremo la lettura di libri, ascolteremo il racconto di chi da anni fa ricerca, ma anche i racconti personali di chi in quei paesi ci è nata/o, cercando quindi dare spazio e ascolto alla voce di chi prova a fare una narrazione diversa, oggi.
*23 novembre*
1. Situazione geo-politica del Sahel. Dal colonialismo all’estrattivismo del presente, tra integralismi e colpi di stato
Presentazione del libro “Resistenti, ribelli e terroristi nel Sahel. Dall\’occupazione coloniale alle crisi contemporanee (1897-2022)” di Alessio Iocchi (Carocci editore, 2023)
Intervengono:
• Alessio Iocchi
• Luca Raineri

Resistenti, ribelli e terroristi nel Sahel
Dall’occupazione coloniale alle crisi contemporanee (1897-2022)
Non c’è instabilità senza cause e se, attualmente, il Sahel è raffigurato dall’Europa come territorio di insicurezza e terrore, le origini di tale rappresentazione vanno cercate nella Storia o, per meglio dire, nelle diverse storie che compongono l’incontro/scontro fra Occidente, Africa e Islam, a partire dall’occupazione coloniale del Sahel. Resistenze, intrighi, cospirazioni e rivolte hanno reso questo spazio l’oggetto di romantiche suggestioni e più pragmatiche narrazioni politiche volte a creare un rapporto di dominazione, fondato sulla differenza – irrimediabile e irredimibile – fra un Occidente civilizzatore e un Sahel riottoso, infido e fanatico. Da allora, il mito della “classe pericolosa” del Sahel, fatta di banditi ed esaltati, trafficanti e ribelli, ha viaggiato attraverso la competizione della Guerra fredda e la geopolitica della Guerra al terrore, fornendo il pretesto per interventi di stabilizzazione e repressioni poliziesche. In questo quadro si sono sviluppati i sistemi politici e statali di Niger e Ciad, casi privilegiati di analisi nel volume. Basandosi su fonti d’archivio, testimonianze orali e anni di lavoro sul campo, l’autore getta nuova luce sull’origine dell’instabilità del Sahel a partire dalla dialettica coloniale, raccontandoci come le crisi sociali nelle quali viviamo, in Niger e Ciad come in Europa, siano in parte nate da tale, irrisolto, incontro/scontro.
Alessio Iocchi
Insegna Africa nel sistema internazionale all’Università di Napoli L’Orientale, dove è anche Gerda Henkel Research Fellow, ed è Research Associate presso il Norwegian Institute for International Affairs (NUPI) di Oslo. Studioso di storia e sistemi politici africani contemporanei, è autore di Living through Crisis by Lake Chad (Routledge, 2022).
Luca Raineri
Ricercatore in studi di sicurezza. Il suo lavoro si inserisce nel filone degli studi critici di sicurezza e conflitto, e indaga in particolare i fenomeni transnazionali rilevanti (traffici, criminalità, terrorismo) in riferimento all’Africa, ai confini europei, e all’azione esterna dell’UE in generale. Dal 2010 è stato impegnato in numerose missioni di ricerca e raccolta dati sul campo in Mali, Niger, Tunisia e Senegal. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste accademiche internazionali, contributi in volume e monografie – fra cui, recentemente, La Crisi Libica e l’Ordine Internazionale (ed. Carocci, 2022).
Il dr. Raineri è laureato in teoria politica presso l\’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi (2008), ed è stato Pensionnaire Etranger presso l\’Ecole Normale Supérieure (2009). Ha inoltre conseguito un Master in Diritti Umani e Gestione dei Conflitti (2011), e un dottorato in Politica Globale e Diritti Umani presso la Scuola Superiore Sant\’Anna di Pisa (2016). È stato membro della Research School on peace and conflict di Oslo (2014-2016) e visiting reseacher presso l’Univesità Autonoma di Madrid (2017). Il dr Raineri ha inoltre lavorato come consulente per numerosi centro di ricerca e organizzazioni internazionali – governative e non – ​​che si occupano di peacebuilding, sicurezza e sviluppo, con particolare riferimento all\’Africa occidentale.

*30 novembre*
2. Sahel territorio di Migrazioni, tra confine militare della fortezza Europa e racconti in prima persona dei viaggi

*14 dicembre*
3. Come i media ufficiali narrano l’immigrazione e quella parte di mondo. Confronto con i percorsi di narrazione del giornalismo freelance

Zazie nel metró

Zazie nel metró

baretto di quartiere

 Via Ettore Giovenale, 16, 00176 Roma RM
Telefono3387215188
Emailzazienelmetro06@gmail.com
Orari08:00 - 23:45

Eventi del mese al Pigneto

< Maggio 2024 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
Facebook

ALTRI EVENTI IN ARRIVO @ ZAZIE NEL METRó

EVENTI CORRELATI:

TI POSSONO INTERESSARE:

Bar
Bar dello Sport
Cucina Siriana Venerdi’ e Sabato
Club
Glitch
Soundclub
Bar
Ristorante
Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone