Facebook Pixel
Home /Eventi/Corsi, Teatro/NON FARE IL PAGLIACCIO! Intensivo sul clown teatrale con Fiora Blasi

NON FARE IL PAGLIACCIO! Intensivo sul clown teatrale con Fiora Blasi

NON FARE IL PAGLIACCIO! Intensivo sul clown teatrale con Fiora Blasi da LUNEDÌ 18/03 a VENERDÌ 22/03 2024

𝗡𝗢𝗡 𝗙𝗔𝗥𝗘 𝗜𝗟 𝗣𝗔𝗚𝗟𝗜𝗔𝗖𝗖𝗜𝗢!
𝗜𝗻𝘁𝗲𝗻𝘀𝗶𝘃𝗼 𝘀𝘂𝗹 𝗰𝗹𝗼𝘄𝗻 𝘁𝗲𝗮𝘁𝗿𝗮𝗹𝗲
𝗮 𝗰𝘂𝗿𝗮 𝗱𝗶 𝗙𝗶𝗼𝗿𝗮 𝗕𝗹𝗮𝘀𝗶
 𝗱𝗮 𝗹𝘂𝗻𝗲𝗱ì 𝟭𝟴 𝗮 𝘃𝗲𝗻𝗲𝗿𝗱ì 𝟮𝟮 𝗺𝗮𝗿𝘇𝗼
𝗵 𝟭𝟬.𝟬𝟬-𝟭𝟲.𝟬𝟬
 fivizzano27, Roma
𝐂𝐡𝐢 è 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐮𝐧 𝐜𝐥𝐨𝐰𝐧? 𝐃𝐚 𝐝𝐨𝐯𝐞 𝐯𝐢𝐞𝐧𝐞?
𝘐𝘭 𝘭𝘢𝘣𝘰𝘳𝘢𝘵𝘰𝘳𝘪𝘰 è 𝘢𝘱𝘦𝘳𝘵𝘰 𝘢𝘥 𝘢𝘵𝘵𝘰𝘳𝘪, 𝘢𝘵𝘵𝘳𝘪𝘤𝘪, 𝘱𝘦𝘳𝘧𝘰𝘳𝘮𝘦𝘳, 𝘢𝘶𝘵𝘰𝘳𝘪 𝘦 𝘢𝘶𝘵𝘳𝘪𝘤𝘪 𝘰 𝘢𝘴𝘱𝘪𝘳𝘢𝘯𝘵𝘪 𝘵𝘢𝘭𝘪 𝘮𝘰𝘵𝘪𝘷𝘢𝘵Ə.
I𝐧𝐟𝐨 costi 𝐞 𝐦𝐨𝐝𝐚𝐥𝐢𝐭𝐚̀ 𝐝𝐢 𝐢𝐬𝐜𝐫𝐢𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞:
𝗶𝗻𝘃𝗶𝗮𝗻𝗱𝗼 𝘂𝗻𝗮 𝗺𝗮𝗶𝗹 𝗮 fivizzano27@gmail.com
𝗶𝗻 𝗮𝗹𝗹𝗲𝗴𝗮𝘁𝗼: 𝗰𝘃 (𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝗯𝗿𝗲𝘃𝗲) 𝗲 𝘂𝗻𝗮 𝗳𝗼𝘁𝗼 + 𝗻𝘂𝗺𝗲𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝗰𝗲𝗹𝗹𝘂𝗹𝗮𝗿𝗲
𝗼𝗴𝗴𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗺𝗮𝗶𝗹: 𝗡𝗢𝗡 𝗙𝗔𝗥𝗘 𝗜𝗟 𝗣𝗔𝗚𝗟𝗜𝗔𝗖𝗖𝗜𝗢! + 𝗡𝗼𝗺𝗲 𝗲 𝗖𝗼𝗴𝗻𝗼𝗺𝗲
𝗩𝗲𝗿𝗿𝗮𝗻𝗻𝗼 𝘀𝗲𝗹𝗲𝘇𝗶𝗼𝗻𝗮𝘁𝗲 𝟭𝟮 𝗰𝗮𝗻𝗱𝗶𝗱𝗮𝘁𝘂𝗿𝗲 𝗶𝗻 𝗼𝗿𝗱𝗶𝗻𝗲 𝗱𝗶 𝗮𝗿𝗿𝗶𝘃𝗼
𝘐𝘭 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯 𝘤𝘩𝘦 𝘴𝘵𝘶𝘥𝘪𝘦𝘳𝘦𝘮𝘰 è 𝘶𝘯 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯 𝘱𝘪ù 𝘭𝘦𝘨𝘢𝘵𝘰 𝘢𝘭 𝘵𝘦𝘢𝘵𝘳𝘰, 𝘤𝘶𝘨𝘪𝘯𝘰 𝘥𝘦𝘭 𝘱𝘢𝘨𝘭𝘪𝘢𝘤𝘤𝘪𝘰 𝘥𝘦𝘭 𝘤𝘪𝘳𝘤𝘰 𝘯𝘰𝘯 𝘩𝘢 𝘪𝘯𝘷𝘦𝘤𝘦 𝘱𝘢𝘳𝘦𝘯𝘵𝘦𝘭𝘢 𝘤𝘰𝘯 𝘲𝘶𝘦𝘭𝘭𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘧𝘦𝘴𝘵𝘦 𝘥’𝘢𝘯𝘪𝘮𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦, 𝘪𝘮𝘮𝘢𝘨𝘪𝘯𝘦 𝘴𝘵𝘦𝘳𝘦𝘰𝘵𝘪𝘱𝘢𝘵𝘢 𝘤𝘩𝘦 𝘵𝘢𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘪𝘷𝘦𝘳𝘵𝘦 𝘪 𝘣𝘢𝘮𝘣𝘪𝘯𝘪 𝘦 𝘮𝘦𝘯𝘰 𝘪 𝘨𝘳𝘢𝘯𝘥𝘪. 𝘜𝘯𝘢 𝘤𝘰𝘴𝘢 𝘤𝘦𝘳𝘵𝘢 è 𝘤𝘩𝘦 𝘶𝘯 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯 𝘷𝘶𝘰𝘭𝘦 𝘧𝘢𝘳 𝘳𝘪𝘥𝘦𝘳𝘦, 𝘪𝘭 𝘤𝘰𝘮𝘦 è 𝘵𝘶𝘵𝘵𝘰 𝘥𝘢 𝘴𝘤𝘰𝘱𝘳𝘪𝘳𝘦!
Al centro del laboratorio la scoperta del proprio clown. Il clown è uno strumento potente per qualsiasi tipo di attore, attrice e performer, ma anche per chi desidera mettere in gioco una parte di sé ironica, intuitiva e aperta. L’uso del naso rosso fa sentire con chiarezza dove il nostro processo creativo si accende, è un’efficace bussola interna che permette di riconoscere se la nostra presenza in scena è fluida, vera e pronta al gioco, attraverso la possibilità di ridere di noi stessi e delle situazioni che ci mettono in imbarazzo. Come diceva J. Lecoq: “non si può fare il clown, lo si è”, questo necessariamente rende ogni clown diverso e ogni improvvisazione clownesca un mondo a sé. Ci sono clown forti nella parola, altri silenziosi, alcuni molto fisici, altri ancora metafisici, alcuni a cui piace danzare, altri che si divertono a fare acrobazie. Clown cattivi che triturano il pubblico, altri particolarmente ingenui… Il punto è che il clown siamo noi, in modo molto autentico. L’arte del clown quindi aiuta a conoscere la nostra poetica. Ovviamente il clown parte da una zona espressiva precisa, lo humor e ha il difficile compito di far ridere …
𝙄 𝘾𝙡𝙤𝙬𝙣 𝙨𝙤𝙣𝙤 𝙪𝙣𝙖 𝙣𝙚𝙘𝙚𝙨𝙨𝙞𝙩à 𝙙𝙞 𝙦𝙪𝙚𝙨𝙩𝙞 𝙩𝙚𝙢𝙥𝙞, 𝙨𝙤𝙣𝙤 𝙪𝙣𝙖 𝙥𝙖𝙧𝙩𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙣𝙤𝙨𝙩𝙧𝙖 𝙡𝙞𝙗𝙚𝙧𝙩à. (𝙅. 𝙇𝙚𝙘𝙤𝙦)

𝙋𝙀𝙍𝘾𝙃𝙀’ 𝙋𝙍𝙊𝙋𝙊𝙍𝙍𝙀 𝙐𝙉 𝙇𝘼𝘽𝙊𝙍𝘼𝙏𝙊𝙍𝙄𝙊 𝙎𝙐𝙇 𝘾𝙇𝙊𝙒𝙉
𝘪𝘭 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯 𝘯𝘰𝘯 è 𝘶𝘯𝘢 𝘧𝘪𝘨𝘶𝘳𝘢 𝘤𝘰𝘯𝘴𝘰𝘭𝘢𝘵𝘰𝘳𝘪𝘢, 𝘮𝘢 𝘤𝘰𝘯 𝘭𝘢 𝘴𝘶𝘢 𝘪𝘯𝘨𝘦𝘯𝘶𝘪𝘵à 𝘦𝘴𝘱𝘳𝘪𝘮𝘦 𝘶𝘯 𝘱𝘶𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘪 𝘷𝘪𝘴𝘵𝘢 𝘤𝘳𝘪𝘵𝘪𝘤𝘰 𝘦 𝘧𝘪𝘭𝘰𝘴𝘰𝘧𝘪𝘤𝘰 𝘴𝘶𝘭𝘭’𝘦𝘴𝘪𝘴𝘵𝘦𝘳𝘦. 𝘐𝘯 𝘶𝘯𝘢 𝘴𝘰𝘤𝘪𝘦𝘵à 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘳𝘦𝘴𝘵𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘪𝘭 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯 è 𝘶𝘯 𝘢𝘯𝘵𝘪𝘦𝘳𝘰𝘦, 𝘶𝘯 𝘴𝘰𝘷𝘷𝘦𝘳𝘴𝘪𝘷𝘰 𝘦 𝘲𝘶𝘦𝘴𝘵𝘰 𝘮𝘪 𝘧𝘢 𝘴𝘪𝘮𝘱𝘢𝘵𝘪𝘢. 𝘕𝘰𝘯 è 𝘥𝘦𝘵𝘵𝘰 𝘤𝘩𝘦 𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘳𝘦𝘴𝘢 𝘳𝘪𝘦𝘴𝘤𝘢, 𝘮𝘢 𝘴𝘦 𝘢𝘧𝘧𝘳𝘰𝘯𝘵𝘢𝘵𝘪 𝘤𝘰𝘯 𝘤𝘰𝘯𝘴𝘢𝘱𝘦𝘷𝘰𝘭𝘦𝘻𝘻𝘢 𝘦 𝘨𝘳𝘢𝘻𝘪𝘦 𝘢𝘭𝘭’𝘢𝘤𝘲𝘶𝘪𝘴𝘪𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘵𝘦𝘤𝘯𝘪𝘤𝘢, 𝘪 𝘭𝘪𝘮𝘪𝘵𝘪 𝘱𝘦𝘳𝘴𝘰𝘯𝘢𝘭𝘪, 𝘯𝘦𝘭 𝘮𝘰𝘯𝘥𝘰 𝘥𝘦𝘭 𝘤𝘭𝘰𝘸𝘯, 𝘱𝘰𝘴𝘴𝘰𝘯𝘰 𝘥𝘪𝘷𝘦𝘯𝘵𝘢𝘳𝘦 𝘧𝘰𝘳𝘻𝘢 𝘵𝘦𝘢𝘵𝘳𝘢𝘭𝘦.
𝘗𝘌𝘙𝘊𝘖𝘙𝘚𝘖 𝘗𝘌𝘙 𝘗𝘜𝘕𝘛𝘐
𝘐𝘮𝘱𝘳𝘰𝘷𝘷𝘪𝘴𝘢𝘳𝘦 𝘦 𝘪𝘮𝘱𝘳𝘰𝘷𝘷𝘪𝘴𝘢𝘳𝘦.
𝘈𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦, 𝘳𝘦𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦.
𝘙𝘪𝘵𝘮𝘰, 𝘤𝘰𝘯𝘵𝘳𝘰 𝘳𝘪𝘵𝘮𝘰.
𝘚𝘤𝘰𝘱𝘦𝘳𝘵𝘢 𝘥𝘦𝘭 𝘯𝘢𝘴𝘰 𝘳𝘰𝘴𝘴𝘰.
𝘛𝘳𝘢𝘷𝘦𝘴𝘵𝘪𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘤𝘩𝘦 𝘴𝘮𝘢𝘴𝘤𝘩𝘦𝘳𝘢𝘯𝘰.
𝘝𝘰𝘤𝘦 𝘯𝘢𝘵𝘶𝘳𝘢𝘭𝘦 𝘦 𝘷𝘰𝘤𝘪 𝘯𝘢𝘴𝘤𝘰𝘴𝘵𝘦.
𝘎𝘪𝘰𝘤𝘰 𝘧𝘳𝘢 𝘭’𝘈𝘶𝘨𝘶𝘴𝘵𝘰 𝘦 𝘔𝘢𝘥𝘢𝘮𝘦 𝘓𝘰𝘺𝘢𝘭.
𝘚𝘤𝘳𝘪𝘵𝘵𝘶𝘳𝘦 𝘥𝘪 𝘴𝘤𝘦𝘯𝘢.
𝗙𝗜𝗢𝗥𝗔 𝗕𝗟𝗔𝗦𝗜
Attiva da anni come attrice-autrice e insegnante di teatro in particolare a Roma, è appassionata di pedagogia teatrale e poesia. Conduce laboratori sul clown in contesti diversi, per amatori, professionisti e disabili. Insegna recitazione presso Il Centro Internazionale la Cometa di Roma.
Conduce laboratori presso Stap Brancaccio e Teatro Nuovo San Paolo. Collabora da anni con l’associazione Mus-e Roma, insegnando teatro nelle scuole primarie di periferia. Crede in una ricerca creativa nell’insegnamento, in particolare con i giovanissimi in contesti complessi. Ha studiato in Italia e all’estero con gli attori di Peter Brook Yoshi Oida e J. P. Denizon. Nel 2000 si è diplomata presso L’Ecole de Theatre Jacques Lecoq di Parigi. Altri approfondimenti di studio con Raffaella Giordano, Philippe Genty, Danio Manfredini e Valerio Binasco. Ha lavorato come attrice in Francia per la compagnia Du Zieu di Nathalie Garraud e Olivier Saccomano. In Italia fra le altre, con le compagnie Triangolo Scaleno teatro di Roberta Nicolai, Fattore K di Giorgio Barberio Corsetti e OHT di Filippo Andreatta. Sta studiando pratica filosofica presso la scuola Sucf di Roma.
INGRESSO RISERVATO ALLE/AI SOCƏ
Al Circolo Arci fivizzano27_mixò aps è possibile rinnovare la tessera o iscriversi per la prima volta. Se non sei ancora socia/o del nostro Circolo, al link di tesseramento https://portale.arci.it/preadesione/fivizzano27/ o scaricando l’APP Arci puoi effettuare la domanda di preiscrizione, senza impegno, per poi ritirare la tessera direttamente al Circolo. Tramite l’app è anche possibile digitalizzare la tessera dopo il ritiro di quella cartacea. La quota sociale 2023/2024 è di 8€ euro ed è valida fino al 30 settembre 2024 Con questa tessera puoi accedere ad un’intera stagione di attività, eventi e manifestazioni presso tutti gli oltre 4000 circoli Arci d’Italia e dà diritto a sconti e convenzioni che puoi consultare al link https://www.arci.it/convenzioni/” o direttamente sulla APP

Eventi del mese al Pigneto

< Aprile 2024 >
Lu
Ma
Me
Gi
Ve
Sa
Do
Facebook

TI POSSONO INTERESSARE:

Spazi/Associazioni
Sala Polivalente Pigneto
Centro Sportivo, Culturale e Artistico
Spazi/Associazioni
Club
Metrocore Circolo Arci
circolo ricreativo
Spazi/Associazioni
Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone Bar Braccio da Montone